LILLO CIAOLA

LILLO CIAOLA

Per Lillo Ciaola, artista siciliano del 1986, scendi dal piedistallo non è solo un modo di dire ma un vero e proprio credo artistico.

Già perché, le sue illustrazioni digitali catapultano nel nostro mondo le statue rinascimentali più famose, dando vita a moderni affreschi quotidiani che portano in scena vizi, virtù, rituali e ossessioni contemporanee.

I suoi quadri, sempre caratterizzati da colori cangianti molto piacevoli, sono dei veri e propri sketch, ironici e divertenti, in cui non possiamo che immedesimarci.

Può succedere che il Discobolo di Mirone si improvvisi bagnino e lanci un salvagente a Laocoonte in procinto di annegare o che, finalmente, sia svelato il segreto dell’estasi di Santa Teresa: una super calorica ciambella al cioccolato.

Basta una t-shirt con la scritta free hugs per trasformare l’eroica lotta tra Ercole e Anteo e Il Ratto delle Sabine in un modaiolo flash mob dedicato agli abbracci. Sempre a proposito di moda, ecco un altro Laocoonte con indosso un vaporoso boa fucsia degno di un drag queen show mentre Cupido, dopo aver sbagliato la mira uccidendo un passante, ci svela l’ingrediente della sua personalissima Nutella, la Cupidella. Anche, se forse, non avremmo voluto saperlo.

Non manca l’attualissimo tema dello smartworking con un David vestito al punto giusto solo dalla cinta in su: il minimo indispensabile per la call in Zoom del lunedì.

Le opere di Lillo Ciaola piacciono perché, alla fine, parlano di noi, della vita nelle città, dei problemi di coppia. Fanno convivere passato e presente in un mix surreale che celebra la normalità e l’imperfezione.

L’ideale del kalòs kai agathòs ellenico, ovvero il bello e buono in assoluto, si ritrova in boxer a cuoricini, a bordo di una 500 rossa o di una Vespa che sembra uscita da Vacanze Romane. L’artista ha una profonda conoscenza della storia dell’arte unita a una grande abilità grafica e digitale.

Dopo il diploma si è trasferito a Parma per l’Università. Il suo primo lavoro è stato il disegnatore 3D con Cad.

Dal 2010 vive, e crea, a Varese.