DANIELE FORTUNA

Daniele Fortuna, l’artista-designer che trasforma il legno in coloratissime sculture attraverso cui condivide le proprie emozioni con il mondo intero

Daniele Fortuna è un giovane artista milanese che, creando coloratissime opere in legno, veicola nell’arte l’urgenza, pura e spontanea, di raccontare al mondo le proprie sensazioni più intime.

I suoi quadri e le sue sculture si appropriano di soggetti dell’arte classica, icone pop della modernità ed elementi della natura e li sottopongono a un processo di “colormination”, ovvero una contaminazione di colori caleidoscopici dove il colore diventa, appunto, simbolo delle emozioni più sincere, di bellezza e di gioia.  

Le opere di Daniele Fortuna ci raccontano, in primis, la sua vita. L’infanzia, circondata dalla splendida collezione di famiglia, poi gli studi in design e fashion alla Ied, seguiti dal trasferimento a Dublino per lavorare in uno studio di light design.

Stregato dalla natura dell’Irlanda, dal verde delle infinite distese di prati, dal blu del Mare del Nord con le sue scogliere a picco, sente il bisogno di dedicarsi all’arte, senza rinnegare il design, ma in una forma più potente e comunicativa e, soprattutto concreta. A tal proposito, elegge il legno come suo strumento di lavoro, un materiale solido, sincero e versatile, un mezzo per essere in comunione con la natura e, conseguentemente, con il proprio io.

Rientrato in Italia rimane soggiogato dalla vista dei De Chirico, dei Fontana e dei Sassu di famiglia e, per la prima volta, gli appare chiaro come questi grandi artisti fossero mossi dal desiderio di condividere con l’umanità passioni, emozioni, desideri e paura. Commosso, e illuminato, dalla loro generosità inizia a fare arte.

Le sue opere nascono da un lavoro artigianale meticoloso, rassicurante e vivo. Tutto parte dal disegno, a matita, fatto direttamente su pezzi di legno grezzo che vengono poi, pazientemente, intagliati. La sagoma, ottenuta, è poi replicata, sempre a mano, fino a ottenere la quantità necessaria per dare vita alla scultura. Una volta colorati, e smaltati, i “mattoncini” sono assemblati per creare i volumi e la tridimensionalità della scultura, o del quadro.

Ogni pezzo di Daniele Fortuna è unico e irripetibile, generato da emozioni e percezioni diverse che, a loro volta, vengono accolte soggettivamente dallo spettatore. Già perché, l’artista milanese, è fermamente convinto che l’arte non sia, e non debba essere, un qualcosa percepito come lontano da chi la osserva e la ama. Fortuna rifiuta l’idea di un’arte irraggiungibile, in nome di un’arte che è attorno a noi, essenzialmente determinata dalle emozioni di chi la guarda. Alla base delle sculture, e dei quadri, di Fortuna c’è un inguaribile ottimismo ben rappresentato dai colori sgargianti che invitano ad aprirsi alla vita, a farsi avvolgere da questo profluvio di positività ed energia.

Daniele Fortuna piace ai collezionisti e agli esperti del settore, con esibizioni personali e collettive in tutto il mondo: New York, Shangai, Parigi, Positano, Milano, Miami, Montecarlo, Lisbona e Pechino solo per citarne alcune.

I prezzi ancora contenuti ne fanno davvero un’artista su cui puntare mentre la bellezza, la forza e la vitalità rendono le sue opere particolarmente adatte all’interior design.